Campagne di sensibilizzazione ambientale

La sostenibilità ambientale rappresenta oggi uno dei paradossi della società moderna in quanto da un lato è ormai consolidata la consapevolezza e la coscienza collettiva per un futuro sostenibile, ma dall’altro stentiamo a mettere in atto quelle semplici pratiche quotidiane che ognuno di noi dovrebbe attuare per poter raggiungere questi risultati.

Il problema dei rifiuti è sicuramente il caso più emblematico.

Il vecchio decreto Ronchi obbligava tutti i Comuni a raccogliere in maniera differenziata, entro il 2006, almeno il 35% dei rifiuti (in origine tale percentuale era da raggiungere nel 2003).

La nuova normativa nazionale di riferimento (Legge finanziaria 2007, legge 27 dicembre 2006, n. 296) recepita anche a livello regionale dal PRGR (Piano Regionale Gestione dei Rifiuti) obbliga al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • 40% di raccolta differenziata entro il 2007
  • 50% di raccolta differenziata entro il 2009
  • 60% di raccolta differenziata entro il 2011

Tuttavia, ad oggi, sono pochi i Comuni che hanno raggiunto questi obiettivi e nella maggioranza dei casi sono al di sotto dei parametri previsti dal primo decreto, ovvero sono inferiori al 35%.

Il 60% di rifiuti differenziati rappresenta un obbiettivo possibile da raggiungere e lo dimostrano i dati di molti Comuni (anche grandi) che si trovano all’80% di raccolta differenziata. Oltre all’incremento della raccolta differenziata il nuovo PRGR ha come obiettivo anche quello di ridurre entro il 2011 la produzione di rifiuti prodotti pari al 5% in meno rispetto a quelli prodotti nel 2005.

Per il raggiungimento di buoni risultati è indispensabile:

  • pianificare al meglio il servizio di raccolta (porta a porta, stradale, ecc…)
  • una seria campagna di comunicazione e sensibilizzazione rivolta alla cittadinanza.

Una campagna di sensibilizzazione e di comunicazione non può essere strutturata sulle consuete strategie di marketing pubblicitario. Una buona strategia non può prescindere dall’attuazione di processi partecipativi che facciano sentire i cittadini emotivamente coinvolti e partecipi all’iniziativa.

In quest’ottica si inserisce la nostra proposta che prevede a diversi livelli il coinvolgimento di tutta la cittadinanza attraverso attività ludico ricreative, attività di educazione ambientale, incontri, dibattiti, forum ecc…

Utenti a cui si rivolgono le nostre azioni di sensibilizzazione

Alunni delle scuole; Genitori degli alunni; Cittadinanza; Attività commerciali; Piccole e Medie Imprese; Dipendenti degli enti pubblici; ecc…

Il nostro piano di sensibilizzazione

Le azioni di comunicazione e di sensibilizzazione alla cittadinanza previste dalla cooperativa IL BOSSO vanno ad inserirsi e ad integrarsi nel servizio di raccolta differenziata messo in atto (o già in atto) nel Vostro Comune. Per questo è fondamentale, prima di strutturare un piano per la sensibilizzazione, concertazione con l’Amministrazione Comunale le azioni al fine del raggiungimento dell’obiettivo specifico del progetto stesso.

Nello specifico ci occupiamo di:

  • Attivazione di indagine conoscitive sulla situazione attuale, individuazione dei punti di forza e criticità per l’avvio del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti.
  • Attivazione di forum di discussione tra i vari portatori di interessi cittadini, Piccole e Medie Imprese, dipendenti pubblici, personale scolastico ecc…
  • Sensibilizzazione sulle metodologie per la riduzione dei rifiuti
  • Incontri pubblici ed illustrazione delle best practices che ogni singolo cittadino può e deve mettere in atto per risolvere il problema dei rifiuti.
  • Attuazione di programmi di educazione ambientale con le scuole.
  • Organizzazione di eventi (giornate ecologiche, workshop, seminari, convegni, conferenze ecc….)
  • Affiancamento e sensibilizzazione della cittadinanza durante le azioni di distribuzione dei materiali (mastelli ecc…) .
  • Realizzazione di concorsi strutturati ad hoc per le scuole e la cittadinanza per incentivare e rendere più partecipi alla raccolta differenziata del tuo comune”.
  • Realizzazione e progettazione grafica di materiali divulgativi (brochure, manifesti, ecc….)
  • Progettazione della cartellonistica tecnica
  • Realizzazione di un siti internet.
  • Progettazione della cartellonistica tecnica
  • Monitoraggio ed informazione sull’andamento del servizio di raccolta differenziato messo in atto e dei risultati raggiunti.

PROCESSI PARTECIPATIVI

Il coinvolgimento delle comunità locali rappresenta uno dei punti di forza per l’attuazione di un’efficace politica del territorio. Questo viene ancor più evidenziato quando si tratta di compiere delle scelte su dei beni collettivi, o addirittura intergenerazionali come nel caso dell’ambiente. Nell’ambito dei processi partecipativi il CEA “IL BOSSO” si occupa di:

  • Attivazione dei processi di Agenda 21 locale (pianificazione delle attività, attivazione dei forum, realizzazione dei piani d’azione, verifica e monitoraggio dei risultati raggiunti …)
  • Realizzazione di piani territoriali specicifi attraverso il coinvolgimento della popolazione (piano rifiuti, piano per il turismo sostenibile….)
  • Forum telematici