Servizi di consulenza ambientale

La Società Cooperativa Il Bosso fornisce servizi tecnici e didattici atti a promuovere, sviluppare e diffondere le conoscenze relative al patrimonio ambientale e alla gestione delle risorse naturali. Mediante consulenze, studi, ricerche, assistenza tecnica, interventi sul territorio, offre le proprie competenze ad Enti Pubblici e/o organismi privati nei seguenti settori:

  • Gestione Faunistica con la Redazione Piani Faunistici, Censimenti, Monitoraggio, Rilevamenti radio;
  • Valutazioni Ambientali previste dall’ordimento comunitario (VIA – VAS – VI), necessarie nell’attività di programmazione di ciascun progetto, piano o programma che si voglia andare a realizzare;
  • Geoprogettazione, che prevede l’applicazione di sistemi GIS per acquisire, archiviare, estrarre, elaborare e rappresentare dati spaziali del mondo reale. In quest’ambito la Cooperativa Il Bosso propone una gamma di soluzioni a 360 gradi che vanno dal rilievo con GPS alla digitalizzazione di supporti cartacei.
Gestione faunisticaValutazioni ambientaliGeo-progettazionePiani per lo sviluppo sostenibilePiani per il turismo sostenibile
La cooperativa Il Bosso fornisce servizi tecnici e didattici atti a promuovere, sviluppare e diffondere le conoscenze relative al patrimonio ambientale e alla gestione delle risorse naturali. Mediante consulenze, studi, ricerche, assistenza tecnica, interventi sul territorio, corsi didattici e di formazione offre le proprie competenze ad Enti Pubblici e/o organismi privati operanti nei settori: faunistico e venatorio, agricolo e forestale, Conservazionistico.

  • CENSIMENTI, MONITORAGGIO E RICERCA

Organizzazione ed esecuzione di censimenti della fauna selvatica (con le tecniche e le modalità più idonee) al fine di stimare la densità e la distribuzione di una data specie in una determinata area. Tali censimenti, se eseguiti con le stesse tecniche, nelle stesse aree e per diversi anni forniscono, oltretutto, anche il trend di una determinata popolazione, la cui conoscenza è indispensabile al fine di poter operare delle corrette scelte gestionali.

  • RILEVAMENTI RADIO

Rilevamenti radio – Tracking radiotelemetrici su animali marcati finalizzati all’acquisizione di fondamentali parametri delle popolazioni quali: mortalità, dispersione, uso dell’habitat, etc.

  • REDAZIONE PIANI FAUNISTICI

Progettazione e realizzazione di piani di reintroduzione e di immissione di fauna selvatica. Predisposizione di piani e programmi per la prevenzione ed il controllo dei danni da fauna selvatica.

  • FORMAZIONE

Organizzazione di corsi di formazione per personale addetto al monitoraggio, controllo e gestione della fauna selvatica, prevenzione dei danni da fauna.

Le valutazioni ambientali sono strumenti di politica ambientale sviluppati per verificare preventivamente l’impatto sull’ambiente delle attività umane. L’ambiente può essere definito come un sistema dinamico, costituito da un insieme complesso di elementi fisici, chimici, biologici, antropici, culturali, ecc. L’impatto ambientale rappresenta il cambiamento (positivo o negativo) indotto in tale sistema dall’introduzione di un elemento perturbativo, conseguente alla realizzazione di un determinato progetto o di un’attività dell’uomo. Alcune attività dell’uomo possono indurre cambiamenti irreversibili degli equilibri naturali. Altre, invece, causano danni reversibili, ma riparabili solo sostenendo costi molto alti, che possono essere superiori di quelli richiesti per azioni di prevenzione. Queste considerazioni hanno stimolato lo sviluppo di metodi e procedure che, come le valutazioni ambientali, permettono di prevenire il degrado ambientale, attraverso un’adeguata considerazione delle implicazioni di piani e opere.

La Società Cooperativa Il Bosso è una realtà giovane che offre servizi di consulenza su due tipologie di Valutazioni previste dall’ordimento comunitario:

  • LA VALUTAZIONE D’IMPATTO AMBIENTALE
  • LA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA
  • LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA AMBIENTALE

rivolgendosi ad enti pubblici, imprese e privati. In particolare la Cooperativa, nell’ambito di queste procedure, si occupa di sviluppare studi orientati alla gestione ed alla conservazione della qualità di matrici ambientali (aria, acqua, suolo), alla gestione di aree naturali protette, all’analisi dei rischi ambientali derivanti da cause naturali o da attività antropica.

Valutazione d’Impatto Ambientale

E’ una procedura tecnico-amministrativa per la valutazione sistematica degli effetti prodotti dalle opere di un progetto (pubblico o privato) sull’ambiente, al fine di raggiungere un elevato grado di protezione ambientale. La VIA rappresenta, quindi, uno strumento di supporto, che va applicato nel rispetto di quanto previsto dal D.Lgs 152/2006 modificato dal D.Lgs 4/2008, al fine di individuare, descrivere e valutare gli effetti dell’attuazione o meno di un determinato progetto.

La Cooperativa IL BOSSO per la VIA si occupa di seguire la fase di:

  • la procedura di verifica o screening, una procedura tecnica – amministrativa volta ad effettuare una valutazione preliminare della significatività dell’impatto ambientale di un progetto,
  • la procedura di delimitazione del campo d’indagine o scoping, volta a valutare la proposta dei contenuti del successivo,
  • l’elaborazione dello Studio di Impatto Ambientale (in sigla S.I.A.), il cuore della VIA, al fine di indirizzare il proponente di un’opera alla completa e sufficiente analisi delle componenti ambientali interessate dal progetto.
  • Elaborazione dei dati attraverso applicazioni GIS

 

Valutazione Ambientale Strategica

La VAS è una procedura di Valutazione Ambientale da applicare su Piani, Programmi e Politiche Ambientali perché valuta le conseguenze sul piano ambientale delle azioni proposte al fine di garantire che tali conseguenze siano prese in considerazione fin dalle fase iniziali di costruzione dell’azione. Viene altresì definita Strategica perché la costruzione – Valutazione del Piano/Programma si deve muovere su scala temporale nel lungo periodo e su scala territoriale non si limita ad analizzare soltanto gli effetti del sito interessato. La normativa comunitaria di riferimento è la Direttiva 2001/42/CE. Il recepimento di tale direttiva in Italia è avvenuto con il D.lgs. 3 aprile 2006, n.152 (Codice dell’Ambiente) recante “Norme in materia ambientale” poi modificato dal D.Lgs 4/2008.

La Cooperativa IL BOSSO per la VAS si occupa di seguire la fase di:

  • Screening, per verificare che un piano o programma ricada nell’ambito giuridico per il quale è prevista la VAS;
  • Scoping, per definire l’ambito delle indagini necessarie per la valutazione. dello stato dell’ambiente;
  • Rapporto ambientale, in cui IL BOSSO indicherà le informazioni atte all’identificazione, descrizione e valutazione di tipo qualitativo e quantitativo dei possibili effetti ambientali significativi. Tenendo conto degli obiettivi e dell’ambito territoriale del piano o del programma il rapporto ambientale seguirà le varie fasi: l’analisi di coerenza, lo scenario di riferimento, la valutazione degli effetti ambientali del piano, la costruzione e la valutazione, la scelta delle alternative, misure di mitigazione e compensazione, misure di monitoraggio;
  • Elaborazione dei dati attraverso applicazioni GIS in grado di verificare l’evoluzione dei diversi scenari di pianificazione in funzione del livello di rispetto degli obiettivi ambientali.

 

Valutazione d’Incidenza Ambientale

La procedura di valutazione di incidenza è una delle disposizioni previste dall’articolo 6 della Direttiva 92/43/CEE per garantire la conservazione e la corretta gestione dei siti NATURA 2000. Consiste in una procedura progressiva di valutazione degli effetti che la realizzazione di piani/progetti può determinare su un sito NATURA 2000, a prescindere dalla localizzazione del piano/progetto all’interno o all’esterno del sito stesso.

La Cooperativa IL BOSSO per la VI si occupa di seguire la fase di:

  • verifica (screening) – processo che identifica la possibile incidenza significativa su un sito della rete Natura 2000 di un piano o un progetto;
  • elaborare la relazione d’incidenza dove vengono descritti i diversi scenari di simulazione dei cambiamenti indotti dal progetto o dal piano e dalla relativa risposta ecosistemica, secondo l’approccio causa-condizione- effetto;
  • Elaborazione dei dati attraverso applicazioni GIS.

I sistemi GIS nascono per rispondere all’esigenza di razionalizzare e semplificare la gestione dei dati, rappresentano un insieme di strumenti per acquisire, archiviare, estrarre, elaborare e rappresentare dati spaziali del mondo reale.
In quest’ambito la Cooperativa Il Bosso propone una gamma di soluzioni a 360 gradi che vanno dal rilievo con GPS alla digitalizzazione di supporti cartacei.

La realizzazione di Sistemi Informativi, i servizi cartografici, il web gis, l’attività di consulenza ed i corsi di formazione, sono solo alcune delle proposte che la Cooperativa IL BOSSO rivolge a:

  • ENTI PUBBLICI
  • Attività di supporto tecnologico nella programmazione del territorio,
  • classificazione di edifici di diverso grado di agibilità,
  • tematizzazione delle aree in base all’uso del suolo,
  • mappatura illuminazione pubblica, rete gas, acquedotto, fognature,
  • anagrafe dei rifiuti per la gestione dei dati legati alla raccolta differenziata,
  • analisi di sostenibilità ambientale e della mobilità.
  • PROTEZIONE CIVILE
  • gestione delle attività preventive e post evento,
  • catasto incendi,
  • catasto edifici in base al grado di agibilità,
  • mappatura delle zone a rischio alluvioni, frane.
  • TURISMO
  • Digitalizzazione – scannerizzazione – georeferenziazione,
  • pianificazione di percorsi,
  • studi sulla segnaletica turistica,
  • mappatura delle aree di interesse.
  • AZIENDE
  • localizzazione degli impianti,
  • l’individuazione di vincoli urbanistici, archeologici, ambientali, per una corretta manutenzione degli impianti come rete elettrica, idrica, etc
  • Monitoraggio, modellazione e controllo del rischio industriale

Cooperativa si pone, quindi, come interlocutore qualificato in grado di interpretare le esigenze comunicative e relazionali dei diversi attori della società realizzando progetti e strategie innovative e collaborando con i migliori partner del settore e ricercando canali di finanziamento per la candidatura di programmi per lo sviluppo sostenibile. Il progetto di educazione ambientale “Mobilitiamoci per Kyoto” sulla mobilità sostenibile (bando Regione Abruzzo anno 2006/2007), ne è un esempio. La realizzazione di questo programma prevedeva azioni di sensibilizzazione su vari livelli (docenti, alunni, genitori e cittadini) sui seguenti temi: cambiamenti climatici, protocollo di Kyoto, mobilità sostenibile, sviluppo sostenibile affrontati nell’ottica del “pensare globalmente ed agire localmente”.

Diversi sono gli argomenti da affrontare quando si parla di sviluppo sostenibile e per concretizzare e diffondere questo nuovo modo di concepirlo, sono stati introdotti sul mercato diversi strumenti che la Cooperativa promuove, in collaborazione con enti che lavorano nel settore, università, etc. , attraverso seminari, corsi di formazione e campagne di sensibilizzazione. Tra questi:

  • IL GREEN PUBLIC PROCUREMENT meglio conosciuto come “acquisti verdi”, è uno degli strumenti a disposizione della Pubblica Amministrazione per riconvertire gli acquisti. La definizione ufficiale della Commissione Europea è la seguente: “Il GPP è l’approccio in base al quale le Amministrazioni Pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto, incoraggiando la diffusione di tecnologie ambientali e lo sviluppo di prodotti validi sotto il profilo ambientale, attraverso la ricerca e la scelta dei risultati e delle soluzioni che hanno il minore impatto possibile sull’ambiente lungo l’intero ciclo di vita”.
  • STRUMENTI VOLONTARI COME EMAS, aperti a qualsiasi organizzazione del settore pubblico e privato che intenda migliorare la propria efficienza ambientale. EMAS è principalmente destinato a migliorare l’ambiente e a fornire alle organizzazioni, alle autorità di controllo ed ai cittadini uno strumento di valutazione e gestione dell’impatto ambientale di una organizzazione.
  • ECOLABEL (Regolamento CE n. 1980/2000) il marchio europeo di qualità ecologica che premia i prodotti e i servizi migliori dal punto di vista ambientale, che possono così diversificarsi dai concorrenti presenti sul mercato, mantenendo comunque elevati standard prestazionali. Infatti, l’etichetta attesta che il prodotto o il servizio ha un ridotto impatto ambientale nel suo intero ciclo di vita.

Proprio quest’ultima tematica sarà protagonista del prossimo workshop organizzato dalla Cooperativa: “Ecolabel Europeo per le strutture ricettive. Un marchio di eccellenza ambientale, per godersi le vacanze rispettando l’ambiente”, che, a breve, si svolgerà nel Centro Visite della Riserva Naturale Regionale “Sorgenti del Pescara” a Popoli: un’opportunità che la Cooperativa offre per conoscere meglio questo marchio e il suo significato.

Il turismo è un’attività importante per lo sviluppo di un territorio. Pianificare tale fenomeno in ottica sostenibile, che salvaguardi le risorse ambientali e culturali e che determini le condizioni per creare un vantaggio diffuso nella popolazione locale, è oggigiorno un imperativo che tutti gli attori impegnati nell’attività turistica devono tenere presente. In tal senso, capire in che modo la sostenibilità si applichi al fenomeno turistico, è necessario per poter parlare di pianificazione turistica, in quanto è elemento fondamentale per la gestione del turismo di un territorio e deve essere alla base di ogni azione che miri alla valorizzazione dei luoghi in ottica sostenibile. Per questi motivi, la Cooperativa Il Bosso, ritiene opportuno esaminare il turismo tenendo presente il concetto di sostenibilità, analizzando in maniera teorica gli approcci, le componenti di un piano turistico sostenibile, le fasi della pianificazione turistica, gli indicatori di sostenibilità ed , infine, gli obiettivi del turismo sostenibile.

La Cooperativa Il Bosso propone una protezione dell’ambiente attraverso una valorizzazione delle sue risorse che ne garantisca allo stesso tempo una conservazione nel tempo. La qualità ambientale rappresenta una forte motivazione per il visitatore e un capitale per il territorio, ma se questa viene compromessa si può instaurare un processo di deterioramento irreversibile. L’impatto turistico influisce, oltre che sull’ambiente naturale, anche sulla cultura, sulle tradizioni sulla vita quotidiana delle popolazioni locali. Un turismo nell’ottica della sostenibilità si propone di trovare una via di sviluppo che mantenga l’identità culturale del luogo.

La prima iniziativa, inerente le tematiche dello sviluppo turistico nell’intero territorio della Val Tirino, è stata fortemente voluta proprio dalla Cooperativa Il Bosso, in occasione del Workshop “Un turismo di Qualità in una terra di qualità”. Oggi queste tematiche stanno diventando realtà e il successo riscontrato, sia in termini di pubblico presente, sia in relazione alla qualità degli interventi che si sono susseguiti, sono stati uno stimolo e un incentivo a proseguire su questa strada. Durante il workshop è stato possibile “ipotizzare”, insieme ai partecipanti, un prodotto turistico nato dall’interazione e dalla partecipazione dei presenti: la Carta del Tirino, in seguito “adottata” dalle Pubbliche Amministrazioni della zona per dettare le migliori condizioni possibili in termini di infrastrutture e miglioramento della qualità ambientale.