Il Tirino 2.0

Questo libro nasce dall’amore per un prodigio della natura che diviene luogo dell’anima per tutti quelli che, prima o poi, si imbattono nel mistero del suo fascino incantatore.

il tirino 2.0
I racconti e le poesie di Pino nascono dall’attenta osservazione di un mondo e di personaggi che l’hanno accompagnato e vivono nella sua memoria in modo indelebile.
Il Tirino di Pino è un “viaggio” dal sapore antico, il reportage di un sogno, quasi un film di memorie raccontate da uno scrittore di rara sensibilità letteraria, un film descritto sempre con tanta delicatezza ma nello stesso tempo con amore e passione così da far pensare a quasi un “mal di Tirino”.

Luciano D’Angelo
Pino Greco, preside in pensione, è nato 69 anni fa a Bussi Sul Tirino, in Abruzzo. Ha vissuto tra Bussi Officine,Bussi e Brescia. Ha lavorato nel mondo della scuola. Vent’anni da insegnante, altrettanti da dirigente. Ha operato come copywriter free-lance nel settore pubblicitario e storico documentarista. Attualmente vive fra Brescia e San Felice del Benaco.Ha pubblicato:

Bussi 1901/1981. Un paese, una fabbrica,Sulmona, Labor, 1981

Tubbista era bello, Treviso, Il Ponte, 1990

autore
 Testi in:

L. D’Angelo, Tirino, La memoria del fiume, Ortona (CH), Menabò, 2003

Il villaggio dell’Unità, Milano, Melampo, 2007

Tiemimeo. Quel fragile confine tra rassegnazione e speranza, Brescia, Liberedizioni, 2013

+ Alberi – Terroni, Brescia, Liberedizioni, 2014

Suoi i testi dei video “Welcome to Brescia”, “Il museo delle armi”,”Mille Miglia:la storia”, “Brescia, la città di Santa Giulia”, Don Giuseppe Baldo, beato”, “La Rocca d’Anfo”, “Itinerari della Valcamonica”.Ha collaborato con quotidiani, periodici e riviste specializzate tra cui Risk International.
Il ricavato della vendita per volontà dell’autore, è destinato alla coperativa “Il Bosso”, come incentivo alla crescita di un’attività essenziale per la valorizzazione del fiume e della valle.